IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Canarie 2005

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Marco
Naturalista fiorente
Naturalista fiorente
avatar

Numero di messaggi : 279
Età : 29
Location : Casalecchio di Reno
Data d'iscrizione : 14.02.09

MessaggioTitolo: Canarie 2005   Gio Apr 02, 2009 12:29 pm

Cari amici di Naturalmente, vorrei qui mettere alcune foto di quando sono stato a Fuerteventura, una delle isole delle bellissime Canarie. E' stato 4 anni fa (mamma mia se passa il tempo..). Viaggio in aereo, accendendo illecitamente la telecamera riesco a fotografare la foce a estuario del Tago, il fiume principale del Portogallo:


Un bel cielo a piccole nuvolette con la lingua di terra probabilmente sabbiosa che divide il fiume dal mare; una lingua creata dai depositi del fiume che la corrente del mare porta verso l'alto della foto.
Arrivati all'isola, ci sistemiamo in un villaggio molto carino; qualcosa di turistico, nulla più, ma senza deturpazioni grosse all'ambiente naturale che, anzi, è stato rispettato. Qui per esempio c'è la spiaggia dietro l'albergo, larga più o meno 150 m dalle alture (destra) alla costa (sinistra)



E questo è quanto è larga la spiaggia, vista dalla duna che la precede, come in ogni classico esempio di geomorfologia; da notare che i puntini sono le persone!!



L'ambiente sulla duna, con tipica vegetazione da ambiente desertico


e ondulazioni della sabbia secondo onde perpendicolari alla direzione del vento, come succede meno vistosamente nella sabbia di litorali che digradano molto dolcemente; l'effetto fisico è quello del rotolamento dei singoli granelli di sabbia lungo i piccoli versanti, smontando e rimontando progressivamente piccoli accumuli longitudinali:


... e nell'entroterra:
versanti scavati da torrenti impetuosi che non riescono a essere assorbiti dal terreno esclusivamente vulcanico: l'acqua di questi wadi prende da subito una grande velocità e quindi una grande capacità di erosione



una bella pianta di ambienti desertici, fiorita:



e il tipico paesaggio che si presenta nel girare nell'entroterra: l'unico posto in cui abbia veramente ascoltato il silenzio, uno spettacolo incommensurabile.
Montagne erose da fiumi inesistenti per la maggior parte dell'anno, pietraie estese, qualche piccola pianta eroica che le colonizza e, nelle vallette tra i versanti, accumuli d'acqua sotterranea favoriscono la nascita di piccole oasi in cui si possono trovare arbusti di più grandi dimensioni o coltivazioni di agave, una delle poche risorse di quell'isola.
Nota antropica, la benzina costa la metà Very angry : la Spagna ha infatti tolto le tasse dai carburanti e dalla maggior parte delle materie vendibili al dettaglio per agevolare il turismo.


strada scavata nella roccia:


e tra le pietre una piacevole sorpresa ha colto me e la compagnia di cui facevo parte nel viaggio. Da notare sullo sfondo che la pietraia è composta esclusivamente da basalti o andesiti (distinguibili gli uni dalle altre solo ad un'analisi chimica o spettrografica ai raggi x):



Andando nella parte geologicamente più giovane dell'isola cambia tutto: il paesaggio è molto più aspro (perchè meno eroso) e più nero (le colate laviche più recenti non sono ancora state "naturalizzate"). Alla fine risulta una terra veramente inospitale, e infatti è la parte meno antropizzata di Fuerteventura, ma regala l'emozione e la speranza di essere pochi esseri umani su questa Terra.
Ci si inoltra per strade sterrate (le uniche disponibili) in terre che ricordano videogiochi in cui si combatte invasori in terre di altri pianeti, composte da niente se non che da nuda roccia. Il paesaggio è veramente alienante per certi versi, e positivamente!!
Qui per esempio si vede P (mio papà, soprannominato Pi da tempo immemore) che impila una serie di sassi a imitare le due torrette che ha ai suoi fianchi: si narra che negli anni '70 ci fu nell'isola un raduno di molte migliaia di hippy che, come segno della loro presenza, non lasciarono costruzioni o cose che deturpassero la bellezza dell'isola, ma svariate migliaia di torrette di sassi alte non più di mezzo metro. Alcune invece resistono anche se alte più di 1m, ma sono molto rare:



E infine uno degli wadi di cui parlavo prima. Qui però ha eroso molto di più perchè la roccia è nuda; nella prima foto si vede scuro all'ombra di una nuvola, nella seconda è un po' più zoomato e con la nuvola che copre l'estremità in alto a destra, lasciando assolato il letto del fiume temporaneo.





Spero che questa mia carrellata di foto vi sia piaciuta Pray


Ultima modifica di Marco il Gio Apr 02, 2009 8:14 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Desirée
Naturalista capo
Naturalista capo
avatar

Numero di messaggi : 904
Età : 29
Location : Limone sul Garda / Bologna
Data d'iscrizione : 30.01.09

MessaggioTitolo: Re: Canarie 2005   Gio Apr 02, 2009 5:59 pm

Si si....proprio belle foto....quelli nella quinta foto sono i famosi ripple eolici?? Deve essere stato proprio bella quella vacanza... Happy
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Marco
Naturalista fiorente
Naturalista fiorente
avatar

Numero di messaggi : 279
Età : 29
Location : Casalecchio di Reno
Data d'iscrizione : 14.02.09

MessaggioTitolo: Re: Canarie 2005   Gio Apr 02, 2009 8:18 pm

si, sono i ripple eolici, brava desy!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Salvatore Caiazzo
Naturalista Admin
Naturalista Admin
avatar

Numero di messaggi : 2783
Età : 56
Location : Monteveglio Bologna
Data d'iscrizione : 20.12.08

MessaggioTitolo: Re: Canarie 2005   Gio Apr 02, 2009 8:47 pm

Complimenti Marco, peccato solo che la telecamera non fosse all'altezza della situazione, comunque un bel reportage dal sapore "antico", per i mezzi utilizzati... e poi, anche i ripple eolici! Clap
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.salvatorecaiazzo.net
Admin
Naturalista comandante
Naturalista comandante
avatar

Numero di messaggi : 1670
Età : 60
Location : Ostia e la Majella
Data d'iscrizione : 12.12.08

MessaggioTitolo: Re: Canarie 2005   Ven Apr 03, 2009 4:57 pm

Woww...! Che luogo stupendo, doppiamente per me in questo momento che mi sto interessando molto nelle dune e gli ambienti costieri in generale. Ti invidio moltissimo. Peccato che non ci conoscevamo allora, ti avrei dato qualche missione da compiere Tongue .
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Canarie 2005   Ven Apr 03, 2009 5:55 pm

eh eh chissà se il buon Marcolino 4 anni fa avrebbe pensato in un futuro di conoscere così a pieno il significato e la composizione di tutte queste belle foto fatte insieme??? nemmeno a farlo apposta,lo scoiattolo è sopra le rocce..e non credo che allora tu volessi fare le foto a loro!!! mentre oggi,magari,il tuo interesse per la foto è più per le rocce che per l'animaletto..vero??? Happy
comunque me le aspettavo con un pò più di vegetazione... scratch
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Canarie 2005   

Tornare in alto Andare in basso
 
Canarie 2005
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» TRASPORTO ANIMALI. REGOLAMENTO (CE) 1/2005 DEL 22/12/2004
» "Perro da presa canario"
» Il Trasloco - grosso problema (con domanda)
» Pelicula Cubana: Los Aretes que le faltan a la Luna 2005
» Macchina da cucire Seiko 2005

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Naturalmente :: Ambienti :: Mare, coste e lagune-
Andare verso: