IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 "Piano Casa" - per il WWF un attentato al Belpaese senza precedenti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Naturalista comandante
Naturalista comandante
avatar

Numero di messaggi : 1670
Età : 60
Location : Ostia e la Majella
Data d'iscrizione : 12.12.08

MessaggioTitolo: "Piano Casa" - per il WWF un attentato al Belpaese senza precedenti   Mar Mar 24, 2009 7:49 am

"Piano casa"

Per il WWF un attentato al Belpaese senza precedenti

Il testo dello schema di decreto legge sul cosiddetto “piano casa”, inviato dal Governo alla Conferenza Stato Regioni, è di straordinaria gravità: a rischio anche le aree protette

Per il WWF il testo dello schema di decreto legge sul cosiddetto Piano casa, inviato dal Governo alla Conferenza Stato Regioni, è di straordinaria gravità. Un vero e proprio attacco senza precedenti al Belpaese e al suo paesaggio. Il WWF nei prossimi giorni interverrà direttamente sui Ministri in vista della riunione del Consiglio venerdì prossimo e su tutte le Regioni che mercoledì prossimo sono chiamate ad esprimere un parere nella Conferenza Stato Regioni.

Scorrendo il testo il WWF ha previsto lo scenario che potrebbe scaturire se il testo venisse approvato: sono previsti ampliamenti del 20% per tutti gli immobili realizzati, anche in sanatoria, entro il 31 dicembre 2008. Le unità abitative potranno essere ampliate sino a 300 metri cubi, le altezze dei fabbricati potranno essere aumentate sino a 4 metri oltre quelle previste dagli strumenti urbanistici vigenti. Sono ammessi i cambi di destinazione d’uso. In caso di abbattimento e ricostruzione gli edifici residenziali potranno aumentare del 35%, mentre per quelli commerciali addirittura può aumentare del 35% la superficie occupata; queste ipotesi sono possibili solo in caso di adozione di tecniche di bioedilizia o l’adozione di energie rinnovabili, ma il decreto non stabilisce nessun indice di efficienza energetica e addirittura rende possibile tali incrementi di volume anche solo al fine del “risparmi delle risorse idriche e potabili”. Vengono fatte salve le zone inedificabili, ma con l’esclusione delle sole zone A (ben poca cosa) gli aumenti di volume e di superficie occupata potranno essere realizzati anche nei parchi. Gli interventi non sono soggetti a concessione edilizia ma a semplice DIA (Denuncia Inizio Attività) e tutte le procedure di controllo vengono fatte attraverso autocertificazione.

Il Governo è andato ben oltre il 20% di cubature aggiuntive e certo non si è limitato, come sarebbe ampiamente auspicabile, alle sole aree metropolitane consolidate. Sono investite tutte le aree protette, le zone paesaggistiche, saltano gli indici di edificabilità fissati dai Comuni, nulla si prevede per gli standard di verde pubblico. Grandissimo regalo agli imprenditori che potranno aumentare i capannoni del 35% ed ogni tipo di immobile industriale o commerciale. Falsa la promessa di condizionare gli abbattimenti e le ricostruzioni al miglioramento ambientale: senza indici di efficienza energetica non esiste controllo e, inoltre, il testo prevede come alternativa la possibilità del risparmio idrico, come dire che basta mettere il recupero delle acque piovane e i rubinetti di nuova generazione per costruire il 35% in più. Stravolte le procedure autorizzative ben sapendo che data la mole degli interventi che si prevedere né i Comuni, né le soprintendenza saranno in grado di dare qualsivoglia risposta. Ed inoltre, inevitabilmente, tutti gli abusi realizzati verranno fatti, se rientrano nel limite del 20% sino a 300 metri cubi, verranno certamente fatti passare come opere nuove e quindi sanati.

“Quanto si sta facendo non risponde in alcun modo ad un interesse pubblico, ma ad una sommatoria di interessi privati – ha dichiarato Gaetano Benedetto co-direttore del WWF Italia - E’ talmente clamoroso il tutto che sembra un tardivo scherzo di carnevale, o un pesce d’aprile anticipato, la speranza è che qualcuno si renda conto che il Parlamento, le Regioni, la Corte Costituzionale, ma soprattutto il mondo della cultura, delle università, delle Associazioni, prendano coscienza che mai, davvero mai, il Bel Paese aveva ricevuto un simile attacco".
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Alessio
Naturalista fiorente
Naturalista fiorente
avatar

Numero di messaggi : 267
Location : Monteveglio
Data d'iscrizione : 31.01.09

MessaggioTitolo: Re: "Piano Casa" - per il WWF un attentato al Belpaese senza precedenti   Gio Mar 26, 2009 4:35 pm

Adesso ho anche un' idea molto brutta sul governo...
ma, c'entra Berlusconi?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Admin
Naturalista comandante
Naturalista comandante
avatar

Numero di messaggi : 1670
Età : 60
Location : Ostia e la Majella
Data d'iscrizione : 12.12.08

MessaggioTitolo: Re: "Piano Casa" - per il WWF un attentato al Belpaese senza precedenti   Gio Mar 26, 2009 6:13 pm

Come Presidente del Consiglio dei Ministri, direi che c'entra qualcosa, sì Pale . Ma non giurerei che andrebbe molto meglio se il governo fosse dall'altra parte. E' un momento moooolto strano Rolling Eyes .
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Marco
Naturalista fiorente
Naturalista fiorente
avatar

Numero di messaggi : 279
Età : 29
Location : Casalecchio di Reno
Data d'iscrizione : 14.02.09

MessaggioTitolo: Re: "Piano Casa" - per il WWF un attentato al Belpaese senza precedenti   Lun Mar 30, 2009 9:21 pm

In sè l'idea non è male, almeno questa volta: rilanciare l'edilizia permettendo di costruire di più e ampliare la propria casa. Per esempio, il fatto che per moltissimi prg non si possa costruire oltre il 2°-3° piano (mentre si può costruire un piano sotto terra) è una grandissima boiata: tutto ciò per "salvaguardare" (anche in piena città, di fianco a palazzi di 4-6 piani!!) un fantomatico paesaggio limitatamente al campo visivo, senza poi pensare al danno che ci può fare sotto terra. Comunque uno scavo è un danno, anche se c'è "solo" del semplice terreno.

Poi che fosse (come sempre del resto) una bella idea realizzata coi piedi o con il fondoschiena non lo sapevo, perchè ovviamente per i telegiornali non viene praticamente detto.
Non è possibile ampliare questi provvedimenti anche per le aree protette!!! E senza contare l'efficienza idrica e energetica!!!!!!! Very angry Very angry Very angry
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Admin
Naturalista comandante
Naturalista comandante
avatar

Numero di messaggi : 1670
Età : 60
Location : Ostia e la Majella
Data d'iscrizione : 12.12.08

MessaggioTitolo: Re: "Piano Casa" - per il WWF un attentato al Belpaese senza precedenti   Mar Mar 31, 2009 10:26 am

Sai Marco, non è un argomento semplice. Se limiti il discorso all'uso del suolo, è vero che qualcuno che costruisce un altro piano sopra una casa esistente, o anche se scava sotto (povere rocce Evil smile ) non sta facendo nulla di male e si potrebbe pure dire (come lo sta facendo il governo) che così contribuisce allo sviluppo dell'industria edilizia e quindi al benessere di chi ci ruota intorno. Ma da un lato, bisogna poi considerare l'effetto di quello sviluppo dell'edilizia sul consumo delle risorse, che non si limitano solo all'energia. Le materie prime per costruire, da dove vengono?
E dall'altro lato... siamo così sicuri che vogliamo continuare ad aumentare, a crescere, a sviluppare? Mettiamo che tutti che possono permetterselo decidono adesso di costruire le loro stanze in più e i loro piani in più e che l'industria edilizia e l'indotto crescono per rispondere a quella richiesta. Che succede quando inevitabilmente quel picco di richiesta creato artificialmente viene soddisfatto? Avrai ancora più persone lavorando direttamente o indirettamente nel settore edilizia, di nuovo al rischio di trovarsi senza lavoro e disperatamente cercando ancora più terreni da edificare in un circolo vizioso sempre più spinto da cui non si esce più.
Forse è il caso di fermarci un attimo e affrontare con calma il paradosso scomodo della crescita illimitata in un mondo limitato Wink .
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Marco
Naturalista fiorente
Naturalista fiorente
avatar

Numero di messaggi : 279
Età : 29
Location : Casalecchio di Reno
Data d'iscrizione : 14.02.09

MessaggioTitolo: Re: "Piano Casa" - per il WWF un attentato al Belpaese senza precedenti   Gio Apr 02, 2009 9:36 am

Certo, l'economia mondiale da troppo trmpo a questa parte si basa su uno sviluppo NON sostenibile, e non intendo certo dire che la legge sul piano casa soddisfa un bisogno; anzi, spreme le tasche di chi (volontariamente) mette i propri soldi per ampliare la propria casa e che una casa già ha.
Ci si potrebbe chiedere perchè fare questo e non invece migliorare la gestione delle case popolari che, in molti luoghi, fa veramente schifo o è addirittura assente.

Ma delle tante mosse che il governo poteva fare, questa non mi sembra la peggiore di tutte, almeno per una volta.

Certo, si dovranno impiegare risorse, ma se siamo arrivati a questo punto è per dare lavoro a persone che già rischiano di essere senza, data l'insensata smania di costruire che c'è sempre stata qui. E LE CASE SI RIEMPIONO SEMPRE, MA COME E' POSSIBILE?!?!?

Alla fine però, nell'edilizia ci sono una marea di sprechi nelle costruzioni esistenti e tantissime migliaia di palazzi che non dovrebbero nemmeno esistere (e poi si lesina sulla manutenzione ai monumenti!!); questo, tra tutti gli sprechi, mi sembra il meno rilevante. Purtroppo di questi giorni dobbiamo accontentarci di quel che passa per il convento, visto che non c'è un gruppo solido che possa far cadere non solo questo governo, ma soprattutto il modo attuale di far politica.
Mi trovo spesso a dire: "Beh, poteva andarmi peggio..". E gli esempi di cose che potrebbero e che sono andate peggio ce ne sono...
E' una delle cose più deprimenti che esistano dire che poteva andare peggio e adattarsi allo schifo che c'è, ma abbiamo altra alternativa? Si parla, si discute, ma come al liceo, anche all'università e con gli amici si è sempre troppo pochi. E le persone sono sempre più nelle sabbie mobili delle tre i: inglese, informatica, idiozia.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Admin
Naturalista comandante
Naturalista comandante
avatar

Numero di messaggi : 1670
Età : 60
Location : Ostia e la Majella
Data d'iscrizione : 12.12.08

MessaggioTitolo: Re: "Piano Casa" - per il WWF un attentato al Belpaese senza precedenti   Ven Apr 03, 2009 5:15 pm

Citazione :
Si parla, si discute, ma come al liceo, anche all'università e con gli amici si è sempre troppo pochi.
Certo, siamo troppo pochi... ma almeno ci siamo, è già qualcosa! E bisogna lavorare sodo per far innamorare sempre più gente della natura, così diventa naturale per loro di proteggerla, come lo è per noi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: "Piano Casa" - per il WWF un attentato al Belpaese senza precedenti   

Tornare in alto Andare in basso
 
"Piano Casa" - per il WWF un attentato al Belpaese senza precedenti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Restaurante privado : "La Casa"
» quando piove troppo....Moira si "allena" in casa.
» Trovate immagini "di repertorio"
» Altro Ishizuchi """targato Scoglio"""
» "på" o "för" e poi: "mitt" e "min"

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Naturalmente :: Vari :: Eventi e notizie-
Andare verso: